Sfidando la mia curiosità e la mia passione per l’essere umano, ho intrapreso un viaggio alla scoperta della Psicogenealogia per la mia tesi di laurea. Ho scoperto un mondo sconosciuto, dove ogni risposta sollevava ancora più domande sul modo di pensare e agire dell’uomo. Con questa tesi ho iniziato a decifrare i misteri del mio passato e a scoprire la connessione tra i comportamenti e gli eventi della mia vita. La Psicogenealogia mi ha offerto una finestra sulla comprensione di me stessa e del mondo che mi circonda. Non ci avrei mai creduto!

Innanzitutto che cos è la psicogenealogia

La psicogenealogia è una disciplina che si occupa dell’analisi degli effetti delle dinamiche familiari e dei traumi delle generazioni precedenti sulla vita dei discendenti. Gli studiosi di psicogenealogia sostengono che i problemi emotivi e comportamentali dei membri di una famiglia possono essere riconducibili a eventi traumatici o a dinamiche familiari negative che si sono verificati nelle generazioni precedenti.

L’idea alla base della psicogenealogia è che i problemi emotivi e comportamentali possono essere causati da traumi non elaborati che si sono verificati in generazioni precedenti e che possono essere trasmessi attraverso le generazioni, anche se non sono stati esplicitamente verbalizzati o condivisi.

Il concetto di “ereditarietà emotiva” è centrale nella psicogenealogia, che sostiene che i traumi e le dinamiche familiari negative possono influire sulla vita dei discendenti attraverso le generazioni, influendo sulla loro salute mentale, relazioni interpersonali e comportamenti.

In generale, la psicogenealogia cerca di comprendere come le generazioni precedenti possono influire sulla vita dei discendenti e come questi possono liberarsi dai traumi e dalle dinamiche negative ereditate per vivere una vita più soddisfacente e appagante.

In questo modo la Psicogenealogia si può configurare come una sorta di “Terapia familiare” in cui si cerca di comprendere e risolvere i problemi della vita attuale attraverso una comprensione della storia familiare.

La psicogenealogia della dottoressa Anna Schützenberger

La psicogenealogia della Schützenberger è una metodologia di analisi psicogenealogica sviluppata dalla psicologa e psicoterapeuta francese Anne Ancelin Schützenberger. La sua tecnica si basa sull’analisi dell’albero genealogico di una persona per comprendere come i traumi e le dinamiche familiari negative delle generazioni precedenti possono influire sulla vita attuale dei discendenti.

La Schützenberger sottolinea l’importanza del concetto di “ereditarietà emotiva” nell’analisi psicogenealogica, ovvero come i traumi e le dinamiche familiari negative possono essere trasmessi attraverso le generazioni, anche se non sono stati esplicitamente verbalizzati o condivisi.

La sua tecnica di analisi si basa sull’osservazione dei modelli ripetitivi nell’albero genealogico, come le malattie, le morti premature, i suicidi, i divorzi, le relazioni difficili e le difficoltà economiche, per cercare di comprendere come questi eventi possono influire sulla vita dei discendenti.

La Schützenberger sostiene inoltre che l’analisi dell’albero genealogico può aiutare a comprendere i problemi emotivi e comportamentali attuali e a individuare le radici dei problemi per poterli risolvere.

Inoltre, la Schützenberger sottolinea l’importanza della ricerca della “memoria ancestrale” attraverso la quale si cercherà di recuperare la memoria degli eventi traumatici che hanno influito sulla vita dei propri antenati e di come questi eventi possono influire sulla propria vita.

In sintesi, la Psicogenealogia della Schützenberger si basa sull’analisi dell’albero genealogico per comprendere come i traumi e le dinamiche familiari negative delle generazioni precedenti possono influire sulla vita attuale dei discendenti, e come questi possono essere superati per vivere una vita più soddisfacente e appagante.

Secondo la teoria della psicogenealogia, le date chiamate “di anniversario” sono eventi o periodi dell’anno che possono risvegliare ricordi e traumi delle generazioni precedenti, influendo sulla vita emotiva e comportamentale dei discendenti. Questi eventi possono essere legati a date specifiche come il giorno di nascita o di morte di un antenato, o a periodi dell’anno come le vacanze o le stagioni.

Questi ricordi inconsci possono manifestarsi sotto forma di sintomi fisici o emotivi, come ansia, depressione, insonnia, e possono influire negativamente sulle relazioni interpersonali e sulla salute mentale.

La teoria sostiene che questi ricordi inconsci possono essere risvegliati da eventi o situazioni simili a quelle vissute dai nostri antenati, per esempio una data di anniversario di un matrimonio fallito o una vacanza che ricorda un evento triste.

La psicogenealogia sostiene che comprendere e elaborare questi traumi ereditati può aiutare a liberarsi dalle loro influenze negative e a vivere una vita più soddisfacente e appagante.

In sintesi, secondo la teoria della psicogenealogia, le date chiamate “di anniversario” sono eventi o periodi dell’anno che possono risvegliare ricordi e traumi delle generazioni precedenti, influendo sulla vita emotiva e comportamentale dei discendenti. Identificare e elaborare questi traumi può aiutare a liberarsi dalle loro influenze negative.

Il genosociogramma

Il genosociogramma è uno strumento utilizzato nella psicogenealogia per rappresentare graficamente la struttura e le dinamiche della famiglia di un individuo. Consiste in una rappresentazione grafica dell’albero genealogico, in cui vengono rappresentati i membri della famiglia, i loro legami e i loro ruoli all’interno della famiglia.

Il genosociogramma viene utilizzato per analizzare la struttura della famiglia e le dinamiche tra i suoi membri, per identificare eventuali schemi ripetitivi o problematici e comprendere come questi possono influire sulla vita dei discendenti.

Per esempio, un genosociogramma può mostrare come i problemi emotivi e comportamentali di un individuo possono essere legati a dinamiche familiari negative o traumi delle generazioni precedenti, come ad esempio conflitti tra genitori o morti premature degli antenati.

Il genosociogramma può essere utilizzato per analizzare diverse dimensioni della famiglia, come le relazioni tra i membri, le posizioni gerarchiche, le dinamiche di potere, le funzioni familiari, i segreti e le omissioni.

Il genosociogramma è uno strumento utilizzato nella psicogenealogia per rappresentare graficamente la struttura e le dinamiche della famiglia di un individuo, per comprendere come queste possono influire sulla vita dei discendenti. Identificare eventuali schemi ripetitivi o problematici può aiutare a risolvere i problemi emotivi e comportamentali.

Ma quindi qual è la differenza tra genogramma e albero genealogico

Il genogramma e l’albero genealogico sono entrambi strumenti utilizzati per rappresentare graficamente la struttura e le relazioni all’interno di una famiglia. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra i due strumenti.

Un albero genealogico è una rappresentazione grafica della relazione di discendenza tra i membri di una famiglia. Di solito, mostra solo i legami di sangue tra i membri della famiglia, come i genitori, i nonni, i fratelli e i cugini, e non include altre informazioni come gli stati emotivi, le relazioni interpersonali o i problemi emotivi.

Un genogramma, d’altra parte, è una rappresentazione grafica più dettagliata della struttura e delle relazioni all’interno di una famiglia. Include non solo i legami di sangue, ma anche le relazioni sentimentali, i matrimoni e i divorzi, le adozioni e gli affidamenti, gli stati emotivi, le relazioni interpersonali e i problemi emotivi.

L’albero genealogico rappresenta solo l’ascendenza e la discendenza dei membri di una famiglia, mentre il genogramma rappresenta la struttura complessiva della famiglia, includendo le relazioni sentimentali, gli stati emotivi e i problemi emotivi. Il genogramma è quindi più dettagliato e completo dell’albero genealogico e permette una maggiore comprensione delle dinamiche familiari.

E tu ci hai mai pensato che racchiuse in te ci sono delle memorie non tue che ti possono bloccare nella vita?